View Sidebar

Metodo Psicofonico

 

La Balbuzie - Terapia Psicofonica

“::Nel 1938 dopo la maturità classica strappata con i denti per causa di una forte balbuzie, mi ritrovai di fronte ad un bivio: iscrivermi all’università e continuare a subire le umiliazioni oppure rinunciare ai miei sogni e alle mie aspirazioni?

 Mi ritirai  in una piccola casa di campagna a meditare, a parlare ad alta voce, a declamare cercando una soluzione al mio problema.

Col tempo compresi che trovavo difficoltà solo in presenza di persone che mi incutevano soggezione, timore, perdendo così il ritmo naturale della parola.

Compresi che la balbuzie non risiedeva nella mia bocca, o dalla cattiva respirazione, bensì nella mia mente, nel mio animo, era un disturbo della personalità da cui derivava un disordine del linguaggio..” (V.M)

foto prof

Fin dalle prime esperienze del 1946, il Prof Mastrangeli intuì che, per la complessità di questo disturbo, la terapia rieducativa doveva operare sulla totalità della persona. Non poteva avere carattere unidirezionale, legato cioè alle sole cause o ai soli effetti ma doveva operare contemporaneamente in entrambe le direzioni: psicologica e fonica.

Tre sono i cardini del Metodo Psicofonico Mastrangeli divenuto negli anni punto di riferimento nel settore per la sua efficacia:

  • ​Agire sulla totalità della persona e non solo sul sintomo;
  • Mettere a punto una apposita tecnica fonatoria classificata come “Musicoterapia Vocale”;
  • attivare la terapia di gruppo come momento di stimolazione reciproca allo sblocco verbale e personale.

La rieducazione venne impostata e ampliata in tempi ciclici chiamati corsi, diventuti poi, dopo la felice esperienze dell’estate del 1951, residenziali. Ogni momento terapeutico venne realizzato in gruppo sperimentando continuamente la vita di relazione e la parola.

A testimonianza della validità di questo metodo nel febbraio del 1949 il Prof. Mastrangeli ottenne dal Ministero della Pubblica Istruzione un decreto “ad personam” che ufficializzava la sua attività di logoterapeuta per la rieducazione della balbuzie.

cristinaIn oltre 60 di attività i corsi sono stati differenziati per fasce di età; l’equipe docente con all’interno molti “ex curati” è stata continuamente coinvolta nel percorso rieducativo dei ragazzi: vivendo insieme a loro ne ha condiviso il cammino  e grazie alla professionalità acquisita, in grado di sostenere le naturali difficoltà del cambiamento.